Dio si manifestò a tutta l’umanità per darci una nuova vita. In Luca 5:27-32, Gesù esprime la Sua missione con queste parole:

Non sono i sani che hanno bisogno del medico, bensì i malati. Io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori a ravvedimento“. Cristo venne perché peccatori come me e te potessero avere una nuova vita attraverso il nostro ravvedimento e il Suo perdono attraverso il battesimo in acqua secondo Atti 2:38 come dicono le scritture.

La nostra vita viene cambiata per sempre quando ci ravvediamo e chiediamo il Suo perdono e ci battezziamo. La missione di Cristo è anche la nostra. Siamo chiamati a ministrare non ai giusti ma piuttosto a quelli che sono perduti e bisognosi del perdono. Se ti sei sinceramente ravveduto dei tuoi peccati, hai ricevuto il battesimo in Acqua, hai sicuramente qualcosa da raccontare a quelli che hanno bisogno del ravvedimento. Il tuo cambiamento di vita può creare lo stesso cambiamento nella vita di un altro. Atti 2:38-39 non solo parla del battesimo, ma menziona anche la promessa è per tutti.

Chi conosci che ha bisogno di ravvedersi e ricevere il perdono di Dio? Come può la tua testimonianza aiutare qualcun altro ad arrivare al ravvedimento?

Più tardi Gesù uscì lungo la strada e vide un certo Levi seduto dietro il banco dove si pagavano le tasse: era infatti un esattore. Gesù gli disse: «Seguimi!». Allora Levi abbandonò tutto, si alzò e cominciò a seguirlo. Poi Levi preparò un grande banchetto in casa sua. C’era molta gente: agenti delle tasse e altre persone sedute a tavola con loro. I *farisei e i *maestri della Legge mormoravano e dicevano ai discepoli di Gesù: — Perché mangiate e bevete con quelli delle tasse e con persone di cattiva reputazione? Gesù rispose: — Quelli che stanno bene non hanno bisogno del medico; invece ne hanno bisogno i malati. Io non sono venuto a chiamare quelli che si credono giusti, ma quelli che si sentono peccatori, perché cambino vita.
Luca 5:27‭-‬32 ICL00D

Dio ti benedica