IL DESIDERIO DI ASCOLTARE

Luca 19:47 Ogni giorno egli insegnava nel tempio. E i capi dei sacerdoti, gli scribi e i capi del popolo cercavano di farlo morire

Se non c’è desiderio di ascoltare nulla cambia.

Tutti siamo andati a scuola e persone avevano il compito di insegnarci, ma questo non significa che tutti imparavano.

Imparare dipendeva e dipende dal desiderio, dalla dedizione e dall’impegno personale.

Sacerdoti e scribi erano presenti agli insegnamenti di Gesù, conoscevano la legge, ma non desideravano imparare da Gesù.

Avevano una brutta disposizione, non avevano desiderio, avevano una mente predisposta al male…

Nella chiesa di Cristo non è cambiato nulla.

Credenti che desiderano imparare, ascoltano, ubbidorono e mettono in pratica ciò che imparano altri che non hanno il desiderio di imparare ( alcune volte perché pensano di sapere già tutto), e semplicemente criticano, commentano tutto, giudicano e mettono ” a morte” chi insegna.

Alla fine di un’anno scolastico gli insegnati si riuniscono e fanno un resoconto dei voti e decidono: promosso o bocciato.

Anche per la Chiesa sarà così alla fine…
Il maestro dei maestri farà il “resoconto dei voti” e deciderá la tua promozione o no al Regno dei cieli.

Apocalisse 20:12 E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti a Dio, e i libri furono aperti; e fu aperto un altro libro, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati in base alle cose scritte nei libri, secondo le loro opere.