Il raccolto perduto

La mietitura è passata, l’estate è finita e noi non siamo salvati.
Geremia 8:20 LND

Se non raccogliamo il raccolto si perderà o qualcun altro lo raccoglierà.

Gesù ha usato l’esempio del raccolto per rappresentare le milioni di persone che hanno bisogno di essere raggiunti con il Vangelo .Questo esempio è rilevante per ogni tempo. L’immagine della vendemmia ci parla a tutti. Anche quelli che vivono in città comprendono l’importanza del raccolto. Il raccolto è necessario per la nostra sopravvivenza, senza di esso, c’è sofferenza.

Non dite voi che vi sono ancora quattro mesi e poi viene la mietitura? Ecco, io vi dico: Alzate i vostri occhi e mirate le campagne come già biancheggiano per la mietitura.
Giovanni 4:35 LND

Capisci cosa dice questa scrittura?
I frutti sono molto maturi, che se qualcuno non li raccoglierà, marciranno.

Non è il momento di dormire durante il raccolto.
Nessuno vuole che che i frutti cadano a  terra e vadano in putrefazione, marciscano.

La chiesa non può restare “seduta” e aspettare che la gente venga a Dio, il  nostro compito è lavorare in modo che si ottenga un raccolto. Il grano maturo viene raccolto in una stagione che è un breve periodo di tempo. Il raccolto può rovinarsi durante questo periodo se la chiesa non è pronta ad usare la falce.

Se il contadino è pigro e trascura il raccolto, si rovinerà e perderà. La stessa delusione alla chiesa quando è “colpevole” di essere pigra.

solo quelli che sono preparativi raccoglieranno il raccolto. Quando le condizioni per il raccolto sono adeguate, favorevoli, la chiesa deve muoversi. Se esitiamo nel raccogliere il raccolto, qualcun altro lo raccoglierà per primo .
“Chiunque sia presente e preparato raccoglierà il raccolto. “

Un buon mietitore è semplicemente colui che riconosce che i campi sono bianchi e pronti per essere raccolti, riconoscono la grande quatità di frutti pronti per essere raccolti.

Molti atri sono pronti  raccogliere il raccolto,  non possiamo sederci a guardare pigramente! Sarai lì per affrontare la sfida del raccolto?

Un raccolto maturo può essere perso ed essere uno spreco eterno, tutto perché i lavoratori non sono nelle terre a raccogliere i frutti.

Or il mietitore riceve il premio e raccoglie frutto per la vita eterna, affinché il seminatore e il mietitore si rallegrino insieme.
Giovanni 4:36 LND

Il nostro obbiettivo è raccogliere anime.

Unica petizione data da Gesù:
Pregate dunque il Signore della mèsse che spinga degli operai nella sua mèsse».
Matteo 9:38 LND

Perché dovremmo pregare che il Signore invii più operai nel campo?

Due situazioni:

1.E diceva loro: «La mèsse è grande, ma gli operai sono pochi
Luca 10:2° LND

Ogni contadino con un buon raccolto gioisce è una benedizione. Il problema è che la mancanza di lavoratori possono provocare la perdita del raccolto.

Gesù non ci ha chiesto di pregare per il raccolto (il mondo perduto). Sono già maturi, pronti essere raccolti. Non è sufficiente pregare per il perduto senza andare al perduto. Ecco perché preghiamo che i salvati abbiano una visione per il mondo perduto. La preghiera ci sveglia e sensibilizza alla necessità di raggiungere il raccolto. E’ un modo per modellarci in  modo che Egli possa usarci.

  1. La fede è dimostrata mediante la preghiera.
    Attraverso la preghiera, Dio tocca i nostri cuori. Quando preghiamo ci apriamo alla volontà di Dio, siamo sensibili e ci uniamo alla sua forza lavoro.

Il tempo sta finendo Il raccolto si rovinerà se falliamo nella grande commissione.

Bisogna che io compia le opere di colui che mi ha mandato, mentre è giorno; la notte viene in cui nessuno può operare.
Giovanni 9:4 LND

Prega che il Signore della messe mandi più agricoltori.
Perché non aderire alla “squadra” dei mietitori ora?

Seguici su Telegram