DISPERAZIONE

Giudici 10 La Nuova Diodati (ICl00)

14 Chiamate in aiuto gli dèi che vi siete scelti. Fatevi liberare da loro, ora che siete nella disperazione.

Giudici 10 La Nuova Diodati (LND)

14 Andate dunque a gridare agli dèi che avete scelto; vi salvino essi nel tempo della vostra avversità!».

Giudici 10 La Nuova Diodati (NR1994)

14 Andate a gridare agli dèi che avete scelto; vi salvino essi nel tempo della vostra angoscia!»

DISPERAZIONE

disperazióne s. f. [dal lat. desperatioonis, der. di desperare «disperare»]. – 1. Stato d’animo di chi non ha più alcuna speranza ed è perciò oppresso da inconsolabile sconforto e da grave abbattimento morale: condurre,ridursi, essere ridotto alla d. (anche per gravi difficoltà finanziarie); essere in preda alla d.; esser preso, assalito dalla d.; per d., non trovando altra soluzione, costretto da dura necessità: stanco di lottare contro la miseria, s’è dato per d. alla malavita; il coraggio della d., il coraggio di chi, non avendo altra via d’uscita, osa tutto per tutto. Anche gli atti esterni (pianti, grida, ecc.) con cui si manifesta tale stato d’animo: darsi alla disperazione. Con accezione partic., nel linguaggio teol., sentimento, opposto alla speranza, che nasce dalla convinzione di non potersi salvare, ritenendo impossibile il perdono dei proprî peccati. 2. Persona o cosa che faccia disperare (per lo più nel sign. attenuato del verbo): scolari che sono la d. dei loro maestri; queste zanzare sono una d.; al ginnasio, la sintassi latina era la sua disperazione.

La disubbidienza porta alla disperazione.
La disubbidienza è ignorare a Dio.
La disubbidienza è ignorare la sua parola.
La disubbidienza è ignorare le autorità delegate.
La disubbidienza è ignorare le istruzioni.
La disubbiidienza è “SECONDO ME”, la tua volontà, le tue idee, i tuoi pensieri.

Perchè arrivare alla disperazione per gridare a Dio???

Nel tuo grido di disperazione al Signore, Lui ti dice di iniziare a portare ordine nella tua vita, nella tua casa, nelle tue amicizie, nel tuo lavoro ecc ecc… “togli i tuoi dei”.

Giudici 14:16 Allora tolsero di mezzo a loro gli dèi stranieri e servirono l’Eterno che si addolorò per la sofferenza d’Israele.

Non aspettare che Dio arrivi ad una situazione estrema per tu capire cosa fare.
Non aspettare che Dio o qualcuno ti dica o continui a dire cosa fare, sai già cosa fare, semplicemente mettilo in pratica subito.

 

Isaia 55La Nuova Diodati (LND)

55 «O voi tutti che siete assetati, venite alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate e mangiate! Venite, comprate senza denaro e senza pagare vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, e l’anima vostra gusterà cibi succulenti. Porgete l’orecchio e venite a me, ascoltate e la vostra anima vivrà; e io stabilirò con voi un patto eterno, secondo le grazie stabili promesse a Davide. Ecco, io l’ho dato come testimone ai popoli, come principe e comandante dei popoli. Ecco, tu chiamerai una nazione che non conosci, e una nazione che non ti conosce accorrerà a te, a motivo dell’Eterno, il tuo DIO, e del Santo d’Israele, perché egli ti ha glorificato». Cercate l’Eterno mentre lo si può trovare, invocatelo mentre è vicino. Lasci l’empio la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri, e ritorni all’Eterno che avrà compassione di lui, e al nostro DIO che perdona largamente. «Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri né le vostre vie sono le mie vie», dice l’Eterno. «Come i cieli sono piú alti della terra, cosí le mie vie sono piú alte delle vostre vie e i miei pensieri piú alti dei vostri pensieri. 10 Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, in modo da dare il seme al seminatore e pane da mangiare, 11 cosí sarà la mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non ritornerà a me a vuoto, senza avere compiuto ciò che desidero e realizzato pienamente ciò per cui l’ho mandata.

Isaia 55:6

 Cercate l’Eterno mentre lo si può trovare, invocatelo mentre è vicino.

Pensiero del giorno #07 – 10 Mag 17

da | Mag 10, 2017 | Apostolic Blogs |

Bracuto Alessandro

Bracuto Alessandro

Ministro Incaricato