————————————————————————————————————————————————–
Blog JESUS IN MILAN
Blog:
www.ChurchMIlan.wordpress.com
Web Site Milano: www.chiesa-di-milano.webnode.it
Da: Alessandro Bracuto, Incaricato respondabile della Missione Apostolica di Milano – Italia
Post #29 Vanità Vs. Costanza
————————————————————————————————————————————————–

In questi giorni ascoltando alcune persone parlare, mi sono reso conto che ogni persona diceva parole diverse ma il il succo del discorso, la conclusione era sempre la stessa.
La gente è sempre più preoccupata a come apparire, a come essere migliore di un altra, a come ottenere beni, ricchezze, a come stare bene ecc ecc., ma a nessuno interessava sapere che tutte queste cose sono futili, inutili e che c’è un qualcosa di migliore, che va al di là di tutto questo.

Rimasi sopreso che alcuni di questi discorsi erano fatti da persone che dicono di credere in Dio, che seguono e camminano secondo la sua parola, che usano il nome di Dio e che dicono di essere nella fede da tantissimi anni.

Iniziai a pregare, meditare e chiedere a Dio cosa mi volesse insegnare o mostrare.

Questa mattina il Signore mi portò a studiare su due parole:

1) Vanità
2) Costanza

Cosa è la vanità?
Secondo il dizionari treccani la definizione di vanità è:
vanità s. f. [dal lat. vanĭtas -atis, der. di vanus «vano, vuoto»]. –
1.
a. letter. Il fatto, la condizione di essere senza corpo, privo di consistenza materiale: Noi passavam su per l’ombre che adona La greve pioggia, e ponavam le piante Sovra lor vanità che par persona (Dante).
b. L’essere inefficace, inutile, senza effetto: la v. delle sue minacce, delle sue promesse, delle nostre fatiche; il gonfaloniere, pentitosi della v. del suo consiglio,… si lasciava portare dalla volontà degli altri (Guicciardini).
c. La condizione propria delle cose umane, in quanto sono caduche, effimere, e il loro valore è soltanto apparente: la v. dei beni temporali, delle glorie umane; nel mondo, tutto è v. (v. anche vanitas vanitatum, et omnia vanitas); in senso più ampio: l’infinita v. del tutto (Leopardi). Con valore concr., bene vano, cosa priva di reale valore; spec. al plur.: dire addio alle v. del mondo; rinunciare alle v. del secolo; Ahi anime ingannate e fatture empie, Che da sì fatto ben torcete i cuori, Drizzando in vanità le vostre tempie! (Dante); la fiera delle v., espressione che ricalca l’ingl. vanity fair (nota soprattutto come titolo del romanzo di W. M. Thackeray, Vanity Fair, 1848) per indicare un ambiente di frivolezza e di dispersione.

2. Riferito a persona, leggerezza di carattere, che porta a trattare le cose serie con frivolezza e le cose frivole con più serietà che non meritino; vuotezza interiore; ostentazione di un’alta opinione di sé stessi, dei proprî meriti, delle proprie doti fisiche: un piccolo peccato di v. (femminile); la v. di certi intellettuali, o letterati; una ragazza piena di v.; tutto questo lo fa per v.; soddisfare, lusingare, sollecitare la v. (propria o altrui). Con sign. più ristretto: sono tutte v.; perdonami, ho questa v.; determinando: ha la v. di credersi bella, di voler sembrare giovane, ecc.

altra definizione di vanità dice:

va·ni·tà/
sostantivo femminile
1.Frivolo compiacimento di sé e delle proprie qualità personali, vere o presunte: soddisfare, lusingare, solleticare la v.; la stolta v. di certi letterati; anche, eccessivo interesse per cose futili (la proverbiale v. delle donne) e innocente mania, debolezza.
2.Inconsistenza, in senso strettamente materiale.
“Noi passavam su per l’ombre che adona La greve pioggia, e ponavam le piante Sopra lor vanità che par persona”
part. Con intonazione ascetica, di quanto è sentito come caduco, contingente: la v. dei beni temporali, delle glorie umane; nel mondo, tutto è v.; concr..”dire addio alle v. del mondo”
Anche, a proposito di quanto non produce il risultato voluto.
La vanità è paura di apparire come Dio ci ha creati.
La vanità è eccessiva credenza delle proprie capacità e attrazione verso gli altri.
La vanità è sinonimo di non avere comunione con Dio, è una mancanza di Dio sostituita con “beni materiali”…
In molte religioni la vanità, nel suo significato più moderno, è considerata come una forma di auto-idolatria, nella quale l’individuo rifiuta Dio per la sua propria immagine, e di conseguenza non gli viene più concessa la grazia divina. (testo estrapolato da wikipedia)
La parola di Dio è molto chiara rispetto alla vanità.

Proverbi 30:8Nuova Riveduta 1994 (NR1994) allontana da me vanità e parola bugiarda; non darmi né povertà né ricchezze, cibami del pane che mi è necessario,

Ecclesiaste 1:14La Nuova Diodati (LND) 14 Io ho visto tutte le cose che si fanno sotto il sole, ed ecco tutto è vanità e un cercare di afferrare il vento.

Giona 2:9  Quelli che riguardano alle vanità bugiarde abbandonano la fonte stessa della loro grazia.

Efesini 4:17La Nuova Diodati (LND) 17 Questo dunque attesto nel Signore, che non camminiate piú come camminano ancora gli altri gentili, nella vanità della loro mente,

La parola di Dio ci insegna a spogliarci del vecchio uomo e di rivestirci di Cristo:

Piano di Salvezza

Avere fede in Cristo Gesù, nella sua parola, perseverare ed essere constanti, perchè la mancanza di costanza è dovuta a troppa vanità.
Meno vanità porta a più costanza e più vanità porta a meno costanza.

costanza
s. f. [dal lat. constantia]. – 1. Qualità d’esser costante, perseveranza, fermezza: avere c. nel bene, nei propositi, negli affetti, nello studio; persona di scarsa c.; dov’è la forza antica? Dove l’armi e il valore e la c.? (Leopardi); meno com., forza d’animo: sopportare con c. il dolore, le avversità. Con accezione partic., nel linguaggio giur., la locuz. in costanza di, mentre dura, mentre è in vita un determinato vincolo o rapporto, soprattutto nelle frasi in c. di matrimonio, in c. di rapporto lavorativo, e sim.

Il Signore Gesù Cristo ci pone ha una scelta, seguire lui, che è la via, la verità e la vita (Giov 14:6), mezzo di salvezza o seguire il principe di questo mondo, il principe della menzogna, il principe della vanità ecc ecc… mezzo di morte eterna.

Dio ha un piano per ognuno di noi, che si può scoprire solamente entrando nel suo cammino (Atti 2:38), avendo fede, perseverando ed essendo costanti fino alla fine.

Luca 21:19Nuova Riveduta 1994 (NR1994) 19 Con la vostra costanza salverete le vostre vite.

Ebrei 10:36Nuova Riveduta 1994 (NR1994) 36 Infatti avete bisogno di costanza, affinché, fatta la volontà di Dio, otteniate quello che vi è stato promesso.

Giacomo 1:3-4La Nuova Diodati (LND) sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. E la costanza compia in voi un’opera perfetta, affinché siate perfetti e completi, in nulla mancanti.

Apocalisse 14:12-13La Nuova Diodati (LND)12 Qui è la costanza dei santi; qui sono coloro che osservano i comandamenti di Dio e la fede di Gesú.13 Poi udii dal cielo una voce che mi diceva: «Scrivi: Beati i morti che d’ora in avanti muoiono nel Signore; sí, dice lo Spirito, affinché si riposino dalle loro fatiche, perché le loro opere li seguono».

A che serve apparire, a che serve affannarsi, a che serve ottenere gloria e ricchezza, a che serve tutto questo parlare, che porta solo a perdita di tempo, a perdita opportunità… Basta…
Cristo è la risposta….

Piano di Salvezza

Dio vi Benedica.

————————————————————————————————————————————————–

TO280914 Foto Sito00_Fotor_Fotor

Pace di Cristo
Ministro Bracuto Alessandro
Cell. 334 3918793 (WIND)
Mail:ChurchMilan@gmail.com
Blog: www.ChurchMIlan.wordpress.com
Web: http://chiesa-di-milano.webnode.it
————————————————————————————————————————————————