Alleluia. Beato l’uomo che teme l’Eterno e trova grande gioia nei suoi comandamenti.
Salmi 112:1 LND

Il Signore disse a Giona:
1. Va a Ninive (grande città).
2. Prega contro questa città

Giona disubbi cercando di scappare dalla presenza di Dio.

Quando gli chiesero a Giona chi era rispose:
“sono ebreo e temo a Dio”.
Giona teme a Dio ma va dalla parte opposta…

Al vedere ciò che stava accadendo gli uomini gli dissero:
“perché hai fatto questo?”.

Timore a Dio
Una cosa é dire di temere e una vivere in ubbidienza.
Le 2 cose non si possono separare.
Se temi Dio ubbidisci a Dio e alla sua parola letta e proclamata.

Siamo trasparenti più di quanto pensiamo e il mondo sa se temiamo a Dio e ubbidiamo.

Chi teme a Dio bada bene agli altri a tutto ciò che significa chiesa…

Timore è prima di tutto rispetto, rispetto per la casa di Dio(no mangiare, ecc ecc), rispetto per la parola ( per questo ci si alza in piedi leggendo la parola di Dio, rispetto per per le autorità inquanto delegate da Dio per la guida, portare la parola come bocca di Dio, l’ordine ecc ecc (per questo non si mormora, giudica ecc ecc… perché farlo contro Dio).

Tutta la terra tema l’Eterno, etremino davanti a lui tutti gli abitanti del mondo.
Salmo 33;8 LND

Ecco, l’occhio dell’Eterno è su quelli che lo temono, su quelli che sperano nella sua benignità,
Salmo 33:18 LND

Dio sa chi teme… perché sono quelli che ubbidiscono.
Una cosa è dire sono cristiano, apostolico e una cosa e temere a Dio.

Temere a Dio cambia il nostro stile di vita.

Ci sono benedizioni sul capo del giusto, ma la violenza copre la bocca degli empi.
Proverbi 10:6 LND

Il timore di Dio ti aiuta a vivere sopra al peccato e dominare il peccato…
Il timore di Dio ti aiuta a rigettare ogni tentazione.

Con il timore a Dio arriva la prosperità, la benedizione e ci camminiamo rettamente davanti a Dio.

min. Bracuto Alessandro
www.Horeb.Antioca.it
www.t.me/HorebMilano