Cosa implica dire la verità?
Quando dici la verità e ti apri comunicando quelle cose che pensi ti priverebbero dell’apprezzamento o dell’approvazione altrui (se gli altri le conoscessero), ti senti sollevato. Ti senti più amorevole e capace di accettazione. Ti senti più vicino alla persona (o alle persone) a cui avevi mentito in precedenza. Ti rendi conto che le cose che nascondi non sono poi così terribili. Diventi meno cauto e più spontaneo, più disposto ad essere te stesso, e non più una tua sbiadita “controfigura”. Ma la cosa più straordinaria di quando dici la verità, è che aumenti il tuo benessere non soltanto psicologico ma anche fisico. e spirituale perché Dio non vuole che menti
Le cose che maggiormente occorre esprimere in maniera sincera sono i risentimenti accumulati, i bisogni insoddisfatti e le richieste che stanno alla base di tali risentimenti, e gli apprezzamenti. Al di sotto di tutti i risentimenti ci sono i bisogni e i desideri del maligno . Ogni qualvolta ti trovi a provare del risentimento per qualcuno, chiediti: “Cos’è che voglio da lei o da lui e che non sto ricevendo?” e come vuole il Signore ? E poi impegnati a chiederlo! Altre volte ci preoccupiamo di esprimere quelle verità che riteniamo scomode per paura di ferire gli altri. Ma questo è un atteggiamento controproducente: non comunicando i nostri veri sentimenti finiamo per ferire noi stessi. e noi stessi siamo nati dal Signore quindi siamo meravigliosi , Inoltre, quando pensiamo di non voler ferire i sentimenti degli altri, la maggior parte delle volte è soltanto una scusa del maligno . Quel che accade in questi casi, quasi sempre, è che in realtà vuoi proteggere te stesso dai tuoi sentimenti. Non stai evitando la reazione negativa degli altri, ma le conseguenze psicologiche ed emotive e spirituali che ricadranno su di te. Si tratta, però, di una scappatoia da codardi e da uomini e donne senza Dio…

#pillola del giorno
@Agostino
04 Giu 20